+ 39 0461 950593
  • partner nella saldatura

    da oltre 20 anni al fianco della tua azienda
  • 1

CORSO VT - VISIVO 2° LIVELLO

CORSO VISIVO (VT) LIV. 2

Il corso è finalizzato all’accesso all’esame finale per il conseguimento della certificazione in accordo alla normativa UNI EN ISO 9712 e/o in conformità alla Raccomandazione ASNT SNT-TC-1°.

Obiettivi:

  • Fornire al candidato le conoscenze tecnico/normative necessarie per eseguire esami di tipo VT su varie tipologie di materiali, semilavorati e prodotti finiti, ed in conformità a procedure stabilite e riconosciute a livello internazionale in conformità alle norme internazionali.

Programma del corso:

  • Introduzione ai controlli non distruttivi;
  • Confronto e scelta del metodo di controllo non distruttivo da applicare;
  • Difettologia di componenti laminati, fucinati, fusi e saldati e di componenti eserciti (corrosione, fatica, …) e relativa applicazione dei controlli non distruttivi;
  • Principi fisici del controllo (ottica, fisiologia della visione);
  • Fotometria ed illuminazione;
  • Tecniche di controllo (controllo diretto o remotizzato);
  • Strumentazione (calibri di saldatura, lenti, specchi, boroscopi, fibroscopi, videoendoscopi);
  • Analisi della documentazione;
  • Applicazioni del controllo visivo;
  • Caratterizzazione e verbalizzazione delle indicazioni e definizione
  • Analisi ed interpretazione di norme e codici applicabili al controllo visivo;
  • Redazione di istruzioni operative;
  • Esercitazioni pratiche

Destinatari:

  • Tecnici preposti al collaudo, Ufficio Qualità,
  • Tecnici progettisti, società di ingegneria,
  • Aziende produttrici che rientrano nella certificazione UNI EN 3834 e EN 1090-1 che sono obbligate a formare un tecnico per i controlli visivi sulle saldature

Prerequisito Fisico: Essere in possesso del Certificato di acuità visiva rilasciato da optometrista (Jaeger 1) e senso cromatico (test di Ishihar)

Struttura:

  • Lezione in aula ed esercitazioni pratiche
  • Docenti: Tecnico Qualificato Livello 3 UNI EN ISO 9712 nel metodo specifico
  • Materiale didattico: Copia cartacea delle diapositive proiettate  Durata: 32 ore

Attestati:

  • Attestato di frequenza addestramento
  • L’Attestato è prerequisito per accedere all’esame per ottenere la certificazione nel metodo VT di II Livello

Date - il corso si svolgerà nelle seguenti date:

19-20-26-27 Giugno 2020 -  con orario 8.30-12.30 / 13.30-17.30 -  Sede del corso LAVIS (TN)

16-17-23-24 Luglio  2020 -  con orario 8.30-12.30 / 13.30-17.30 -  Sede del corso LAVIS (TN)

Costo a persona:

Corso:Euro 950,00+Iva 

Esame: Euro 350,00+Iva

Il corso si attiverà solo al raggiungimento del numero di corsisti previsto.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (locandina corso VT-2 CDD.pdf)locandina corso VT-2 CDD.pdf 222 kB
Scarica questo file (Modulo iscrizione corso_VT06-7-2020- CDD.pdf)Modulo iscrizione corso_VT06-7-2020- CDD.pdf 196 kB

CORSO SALDATURA TIG - MIG/MAG - MMA

2020 - SONO IN CALENDARIO I PROSSIMI CORSI DI SALDATURA 

16 ore Complessive compreso l’esame finale per il rilascio della qualifica UNI EN ISO 9606-1 (relativa al processo di saldatura scelto) 

Lezioni di 4 ore  con orario 8.30-12.30  SABATO MATTINA

Sessione 2020 Date Orario  Ore Tot.
Sabato Sabato Sabato Sabato
Giugno 06 13 20 27 8:30-12:30 16
Luglio 04 11 18 25 8:30-12:30 16
Settembre 05 12 19 26 8:30-12:20 16

ATTESTATO E QUALIFICA

Al termine del corso, se test finale conforme, verrà rilasciata la qualifica del saldatore (patentino) secondo UNI EN ISO 9606-1

SEDE DEL CORSO

LAVIS - TN

D.P.I.

Il corsista dovrà presentarsi alle applicazioni pratiche munito di vestiario adatto, guanti, grembiule da lavoro, scarpe antinfortunistiche.

In aula corsi saranno fornite le maschere con vetri inattinici da utilizzare durante le applicazioni pratiche

ISCRIZIONI

€ 600,00+ Iva; la quota comprende il materiale didattico e rilascio Qualifica UNI EN ISO 9606-1 (patentino)


Le iscrizioni dovranno pervenire entro al max 10 giorni dall'inizio della sessione corso - mediante MODULO  iscrizione completo  all'indirizzo mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.it

C.D.D. S.r.l. si riserva la facoltà di annullare e/o posticipare il corso nel caso non venisse raggiunto il numero minimo di partecipanti.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Modulo iscrizione corso_gen06.pdf)Modulo iscrizione corso_gen06.pdf 165 kB

La nuova ISO 9001:2015

Ogni normativa inerente i Sistemi di Gestione viene sottoposta a revisione periodica al fine di mantenerla aggiornata e in linea con le esigenze del mercato e in generale di tutte le parti interessate.
La norma ISO 9001 è lo standard sicuramente più diffuso sui Sistemi di Gestione per la Qualità e per tale ragione c'è grande attesa fra le imprese per la pubblicazione delle revisione definitiva della norma, prevista per settembre 2015.

Al momento è già disponibile il DIS (draft emesso dall’International Organization for Standardization) dal quale è possibile evidenziare le maggiori novità e i principali cambiamenti e a  breve è prevista la pubblicazione del FDIS (Final Draft International Strandard) che precede la pubblicazione della revisione finale della ISO 9001:2015.
 


Quali sono le principali novità e i cambiamenti previsti dalla nuova edizione?
In sintesi:

  • La revisione segue una struttura di "alto livello", messa a punto per essere utilizzata come base comune per tutti gli altri standard, migliorando la compatibilità e l'integrazione con gli altri schemi certificativi.
  • L'analisi dei rischi: piuttosto che utilizzare requisiti standard per tutti, per ogni azienda si andranno ad analizzare i rischi, al fine di pianificare un sistema di gestione adeguato ai bisogni di ciascuna realtà. Il nuovo approccio prevede l'identificazione dei rischi nei processi aziendali e delle misure appropriate da adottare per gestirli, oltre all'individuazione delle opportunità, cioè delle possibili soluzioni e contromisure per affrontarli.
  • Un maggiore coinvolgimento del top management.
  • Semplificazione “burocratica” della documentazione del sistema. E' prevista una maggiore flessibilità per le aziende, che sono libere di scegliere la profondità e il dettaglio che intendono utilizzare per la loro documentazione scritta, scelta che può essere effettuata in base a vari fattori quali la complessità dei processi, la competenza del personale etc.
  • una più immediata applicabilità per il settore terziario
  • Gestione dei processi focalizzato allo sviluppo, l'attuazione e il miglioramento  del SGQ. Ogni processo deve essere definito e contenere specifiche chiare per la misurazione dei parametri prestazionali e per la definizione dei ruoli e delle responsabilità.  
    In particolare lo standard fornisce una più precisa e dettagliata attenzione al controllo dei processi, prodotti e servizi forniti da esterni. Questo per rispondere alla realtà odierna in cui le aziende operano in un ambiente sempre più complesso.
 
Tutte le aziende già in possesso di tale certificazione, o che vorranno introdurla nella propria organizzazione, saranno tenute ad applicare questo nuovo standard adattando i propri processi organizzativi interni.

E' previsto un periodo transitorio della durata di tre anni durante il quale le aziende potranno aggiornare il proprio sistema di gestione, ma per programmare e pianificare le risorse e le energie necessarie all’ottenimento della nuova certificazione in tempi e modi adeguati, è consigliabile approfondire fin da subito la conoscenza della ISO 9001:2015.

Saldatura a gas: norma UNI sulle verifiche tecniche

UNI rende nota la pubblicazione della norma UNI 11627:2016 che riguarda le verifiche periodiche delle Apparecchiature per saldatura a gas
In vigore dal 10 marzo, fornisce le indicazioni per le verifiche periodiche delle attrezzature manuali gas per saldatura, taglio e tecniche affini e connesse poste a valle della valvola delle bombole o, in caso di distribuzione centralizzata, delle attrezzature mobili poste a valle di punti di utilizzo.

La norma si applica alle attrezzature che utilizzano gas compressi fino a 300 bar (30 MPa), acetilene disciolto, gas di petrolio liquefatto (GPL) , miscele metilacetilene-proadiene (MPS) e anidride carbonica (CO2) e relative miscele .

100 UNI EN 1090

Arrivati al traguardo di oltre 100 aziende certificate UNI EN 1090, ringraziamo i nostri clienti che continuamente riconoscono la nostra professionalità.

Altri articoli...

  • 1
  • 2